Stoccafisso alla riese

2012-08-23
Stoccafisso alla riese

Ingredienti

  • 1,300 gr di stoccafisso ammollato
  • due spicchi di aglio
  • una cipolla media
  • un cucchiaio di conserva di pomodoro
  • 400 gr di pomodori rossi
  • 20 gr d pinoli
  • 60 gr di olive nere
  • 80 gr di olive verdi
  • un cucchiaio di capperi sotto sale
  • un peperoncino piccante
  • abbondante prezzemolo fresco tritato
  • qualche foglia di basilico
  • sale q.b
  • 2 bicchieri di olio extra-vergine d'oliva
  • 1 bicchiere di vino bianco secco

Preparazione

Step 1

Tritate finemente la cipolla e il prezzemolo, sbucciate gli spicchi d'aglio e ponete il tutto in un tegame, meglio se di terracotta, versate due cucchiai colmi di olio extra-vergine d'oliva e fate soffriggere su fiamma moderata. Aggiungete il peperoncino ridotto a pezzetti e la conserva di pomodoro, adagiatevi i pezzi di stoccafisso puliti e spellati e fateli insaporire per qualche minuto. Versate il vino bianco, fatelo sfumare e aggiungete i pomodori rossi tagliati a cubetti.

Step 2

Regolate di sale, coprite e procedete alla cottura per circa venti minuti. Aggiungete le olive verdi e nere private del nocciolo, i pinoli e i capperi precedentemente passati sotto l'acqua per eliminare il sale in eccesso. Continuate la cottura a fuoco lento per altri quindici minuti, fino a che il sughetto non risulti ben ristretto.

Step 3

Dividete lo stoccafisso così preparato in quattro terrine capienti e decorate con una foglia di basilico: la pietanza va servita in tavola quando è ancora calda. Potete proporre lo stoccafisso alla riese con un contorno di patate lesse condite con olio, sale ed erba cipollina, oppure accompagnato da fette di polenta abbrustolita.

Step 4

Dividete lo stoccafisso così preparato in quattro terrine capienti e decorate con una foglia di basilico: la pietanza va servita in tavola quando è ancora calda. Potete proporre lo stoccafisso alla riese con un contorno di patate lesse condite con olio, sale ed erba cipollina, oppure accompagnato da fette di polenta abbrustolita.

Vi suggeriamo di gustare questa sostanziosa e saporita pietanza con un vino bianco fresco e corposo quale il Fiano di Avellino. Se preferite potete optare per un rosso leggero come il Chianti.
Un suggerimento:
Se preferite ottenere un piatto ancora più consistente potete aggiungere agli ingredienti una patata tagliata in piccoli pezzi, servirà anche ad amalgamare maggiormente il tutto.

  • Persone : 4
  • Preparazione :
  • Cottura :
  • Pronta in :