Risotto con gli scampi

2012-01-09
Risotto di scampi
Valutazione media utenti

(3 / 5)

3 5 2
Vota questa ricetta

2 persone hanno già votato

Condividi

Ingredienti

  • 320 grammi di riso
  • 250 grammi di scampi con il guscio
  • 50 grammi di burro
  • 20 grammi di olio extravergine di oliva
  • 1 scalogno
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 1/2 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • prezzemolo qb
  • sale qb
  • pepe: opzionale in base ai gusti

Preparazione

Fase 1

Prendete gli scampi e lessateli in una pentola piena per metà di acqua portata all'ebollizione, alla quale è stato aggiunto a piacere del prezzemolo. Aggiungete anche il concentrato di pomodoro, l'aglio e il vino, facendo cuocere il tutto per 5 minuti. Sgocciolate quindi gli scampi con uno scolapasta, sgusciateli e, riponendo i gusci nel brodo precedentemente preparato, fate bollire il tutto per circa mezz'ora.

Fase 2

In una padella a parte, fate dorare lo scalogno che avrete precedentemente tritato in maniera sottile, servendovi di una casseruola nella quale avrete posto la base di burro e di olio. Se volete, potete aggiungere anche del pepe. Unite quindi il riso e fatelo tostare per qualche minuto. Dopo aver filtrato il brodo insaporito coi gusci degli scampi, nella casseruola, aggiungete allo scalogno prima la polpa degli stessi e poi, a poco a poco, il brodo realizzato coi gusci. Quando il riso avrà assorbito il tutto, lasciategli il tempo di giungere a cottura, e impiattate il tutto, guarnendo eventualmente coi gusci avanzati.

Con questo risotto, si sposano benissimo i vini bianchi come Chardonnay o il Pinot bianco del Friuli(quest’ultimo particolarmente indicato proprio per i crostacei).

Per via del suo sapore delicato, se si intende creare un contrasto bisogna creare un secondo piatto verdura, in grado di creare varietà al palato e di mantenere basso l’apporto calorico.

In alternativa, al suo sapore si può associare, volendo invece creare continuità, un secondo di formaggio come una fonduta, del provolone alla piastra o tomini in salsa. Nonostante il loro sapore dolce, questi formaggi riescono ad esaltare, a posteriori, i primi piatti di riso e di pesce.