Ricette con Palombo

Palombo

Palombo

Pesce d’acqua salata appartenente alla famiglia dei Triachidi, il palombo (il cui nome scentifico è Mustelus mustelus) somiglia allo squalo, anche se le sue dimensioni sono molto più piccole e risulta essere completamente innocuo per l’uomo.

Palombo Pesce

Questo pesce, dal corpo affusolato e dalla pelle liscia di colore generalmente grigio sul dorso e bianco sul ventre, si può trovare in tutto il Mediterraneo, nel Mare del Nord e in quella parte di Oceano Atlantico compresa tra l’Irlanda e le Isole Azzorre. La sua somiglianza con lo squalo si ritrova nella lunga forma affusolata del suo corpo, nella presenza delle pinne dorsali e nella testa piatta caratterizzata da un muso particolarmente corto. Anche la bocca arcuata e la presenza di piccoli denti molto appuntiti lo rendono molto simile al cugino molto più pericoloso per l’uomo e senza dubbio più grande.

La pesca del palombo avviene durante tutto l’anno, con reti a strascico, palancari o tremagli. Una volta pescato viene pulito e lavorato, per poi essere immesso nel mercato già tagliato a fette. La maggior parte dei palombi che raggiungono le nostre tavole provengono dai Mari del Nord. Per questo motivo, una volta spellati e tagliati a fette, vengono sottoposti a processi di congelamento per mantenerne inalterate proprietà e caratteristiche.

Esistono tre tipologie di palombo: quello comune, quello nocciolo e quello stellato. Solo quest’ultimo presenta delle chiazze più o meno scure lungo tutto il corpo. Quello comune, con i suoi 150/160 cm di lunghezza, è generalmente di dimensioni leggermente più grandi rispetto a quello nocciolo, che invece difficilmente supera il metro. Una particolarità del palombo comune è infine la inconfondibile forma a croce di Malta della sua spina dorsale.

Come cucinare il Palombo

Le carni del palombo risultano particolarmente apprezzate per la sua delicatezza. La particolare morbidezza delle sue carni ha permesso al palombo di fregiarsi dell’appellativo di “vitello di mare”. La totale assenza di spine ed il limitato odore di salso lo rende particolarmente indicato anche per l’alimentazione di bambini ed anziani. Si tratta di un alimento particolarmente ricco di vitamine e sali minerali, magro e povero di colesterolo. L’enorme apporto di Vitamine A, B2 e D rendono il vitello mare un alimento ideale per favorire la crescita ossea, per stimolare il sistema immunitario e per mantenere l’omeostasi di fosforo e calcio. Particolarmente ricco di ferro, fosforo e potassio, rappresenta uno degli alimenti ideali per coloro che presentano carenze di questi minerali. Consideriamo che una porzione di palombo di circa 100 g è in grado di apportare al nostro organismo ben 16 g di proteine. L’apporto calorico risulta invece molto basso. Con i suoi 80 Kcal per ogni etto di prodotto, il palombo è particolarmente indicato per coloro che seguono diete a stretto regime alimentare.

Palombo ricette

Per mantenere inalterate le sue qualità è consigliabile sottoporre il palombo a cotture rapide o preparazioni al cartoccio. Le preparazioni che possono essere realizzate con il palombo sono veramente tante. Può essere gustato dopo una veloce cottura alla griglia, oppure utilizzato come ingrediente principale per un piatto in umido, dove viene spesso impiegato in sostituzione del più pregiato e costoso pesce spada. Tra le preparazioni più ricorrenti troviamo anche quelle in cui viene impanato o infarinato per essere successivamente cotto al forno oppure fritto. Occorre precisare che la frittura, al contrario di molte altre tecniche di preparazione, comporta una notevole perdita di molte sostanze preziose contenute nelle carni del palombo. Non dimentichiamo infine che il palombo è uno degli ingredienti principali nella preparazione del famoso cacciucco livornese. Le sue carni, leggere e compatte, donano a questa preparazione quel gusto unico e particolare che ha contribuito a renderla famosa in tutto il mondo.

Palombo gratinato al forno

Una delle ricette spesso utilizzate per assaporare al meglio il palombo prevede una gratinatura in forno.
Per realizzare questo piatto dovrete innanzitutto mettere le fette di pesce in una precedente marinatura in olio, sale e limone. Dopo qualche ora proseguite la preparazione passandole nel pangrattato. Dovrete fare attenzione che il composto aderisca bene alle fette di palombo.
Adagiatele infine in una pirofila precedentemente unta con olio extravergine di oliva e coprite i filetti con un trito di origano, aglio, pangrattato, sale e pepe. Ponete la pirofila in forno e fate cuocere a 180° per circa 20 minuti.
Volendo potete aggiungere prima della cottura anche delle patate tagliate a spicchi, per portare in tavola così un piatto gustoso, completo, sano e nutriente. Per un effetto visivo ancor più invitante potete accompagnare questo piatto con dei pomodorini, tagliati a metà e disposti sopra prima di servire in tavola.

 

Palombo in crosta e asparagi

Palombo in crosta e asparagi


Il palombo in crosta con asparagi è una pietanza dal sapore molto delicato e gustoso, che riesce a catture ogni tipo di palato, regalando un piacere unico a chi lo ...

cucinarepesce Continua
Palombo stufato ai piselli

Palombo stufato ai piselli


Si tratta di una ricetta veloce e facile da preparare, oltre che nutriente, visto che associa pesce e verdure. Ottimo con un Montepulciano Doc, il palombo così cucinato si accompagna ...

cucinarepesce Continua
Palombo ai pinoli

Palombo ai pinoli


Il Palombo ai pinoli è una ricetta toscana gustosa e facile da preparare. Per completare il pasto si può abbinare un primo quale spaghetti al pesto e gamberetti. Il vino ...

cucinarepesce Continua
Cacciucco alla livornese

Cacciucco alla livornese


Il cacciucco è una zuppa di pesce tipica del livornese. Si tratta di un piatto di origini popolari in cui si utilizzavano gli “scarti” di pesce. Al cacciucco si possono ...

cucinarepesce Continua