Merluzzo all’aceto

steamed cod with parsley and potatoes

Il merluzzo al naturale con aceto, è una ricetta davvero leggera, ottima per chi ama il pesce ma non vuole appesantirsi. La realizzazione è davvero semplice e alla portata di tutti.

Ingredienti

  • 4 merluzzi freschi
  • Aceto
  • Sale q.b.
  • Olio di oliva
  • Prezzemolo

Preparazione

Step 1

Per preparare questa ricetta occorre prima pulire il merluzzo per ricavarne i filetti. Si inizia togliendo le pinne tagliandole alla base con una forbice da cucina. Ora si possono squamare con l'aiuto di uno squamatore o di un coltello procedendo dalla coda alla testa. Durante questa operazione è utile ricordarsi di proteggere il lavello affinché le squame non finiscano nel tubo di scarico rischiando di intasarlo. Sciacquare i merluzzi squamati sotto l'acqua e aprire il ventre per togliere le interiora e le branchie.

Step 2

Lavare i merluzzi bene sotto acqua corrente fredda e poi precedere alla sfilettatura. Se è possibile, lasciare i merluzzi per 1-2 ore in frigo prima di sfilettarli, in modo che si induriscano e siano più facili da tagliare.

Step 3

Munirsi di un coltello ben affilato e per prima cosa togliere testa e coda. Girare il pesce sul dorso e tagliare lungo il ventre per tutta la lunghezza avendo cura di rimuovere lentamente la lisca centrale. Se necessario ci si può aiutare con una forbice per evitare di rovinare il filetto. Ora si può sfilare tutta la spina centrale e tagliare in due, ottenendo così due filetti.

Step 4

A questo punto si possono insaporire i filetti con una spruzzata di aceto e un pizzico di sale. Eliminare l'aceto in eccesso, mettere i filetti in una pentola molto ampia e cospargerli con un filo di olio e un po' di prezzemolo tritato. Fare cuocere coperto per circa 10 minuti a fuoco basso. Al termine della cottura togliere delicatamente i filetti dalla pentola stando attenti a non farli rompere. Impiattare ben caldi e guarnire con altro prezzemolo tritato fresco.

Il merluzzo al naturale si accompagna ad un vino bianco armonico come il Verdicchio di Matelica.

Questo piatto può essere preceduto da un primo piatto di pasta e vongole.