Filetti di branzino farciti

Filetti di branzino farciti
Per via della lunga preparazione necessaria, il filetto di branzino ripieno è piatto piuttosto elaborato ma leggero, che contiene solo 260 kcal a porzione ed è dunque adatto anche a chi è a dieta.

Ingredienti

  • 600 g di filetto di branzino
  • 200 g di gamberetti già sgusciati
  • 8 asparagi precedentemente lessati
  • un cespo di radicchio rosso trevigiano
  • rucola
  • uno scalogno
  • una foglia di alloro
  • un gambo di sedano
  • un cucchiaio circa di semi di finocchio
  • 30 g di olio extravergine di oliva
  • 200 g di vino bianco da cucina
  • 500 g di acqua

Preparazione

Step 1

Come prima cosa occorre preparare il tritato: mettete nel mixer il radicchio e la rucola e mixateli finché non formeranno un tritato omogeneo, quindi trasferite il composto in una coppa cui andrete ad aggiungere i gamberetti e il gambo di sedano tagliato a dadini. Nel frattempo pulite e salate i filetti di radicchio disponendone metà in una teglia che avrete ricoperto con uno strato di carta da forno ampio più del doppio della sua superficie.

Step 2

Farciteli con il composto a base di rucola, radicchio e gamberetti e coprite con i filetti restanti, quindi dedicatevi alle alla preparazione delle altre verdure. Tagliate a tocchetti gli asparagi privati della punta, il limone, il sedano e lo scalogno e mescolateli unendo un filo d’olio.

Step 3

Usate il composto così ottenuto per guarnire lo strato superiore del branzino, poi tirate i lembi di carta da forno e chiudete il pesce al cartoccio. In un boccale a parte mescolate acqua e vino e aggiungete i semi di finocchio, l’alloro, il sale, e una fetta di limone: versate la miscela nella teglia e infornate a 180 gradi senza coperchio. Cuocete per quaranta minuti circa. Portate in tavola ancora caldo, guarnendo ogni porzione con dell’insalata di radicchio o di rucola.

Come contorno, l’ideale è un’insalata mista di carote e zucchine tagliate alla julienne. Come vino, invece, scegliete rigorosamente uno bianco: ottimo il Vermentino di Sardegna, secco e con un lieve retrogusto amarognolo che contrasta con il sapore dolce di questo pesce.