Aguglie fritte

aguglie fritte
L’aguglia è un pesce dal sapore deciso, che può non piacere a tutti, ma che certamente risulta molto gustoso fritto, da gustare assieme a un vino bianco delicato e lievemente frizzante come il Corvo Bianco di Casteldaccia.

Ingredienti

  • Un chilo di aguglie
  • 100 g di farina
  • 3 limoni
  • abbondante olio di semi
  • sale quanto basta

Preparazione

Step 1

La prima operazione da fare è quella di pulire accuratamente il pesce, privandolo di testa, cosa e squame e poi lavandolo sotto abbondate acqua di rubinetto; infine lo si asciugherà con uno strofinaccio pulito. Successivamente il pesce andrà tagliato in tranci piccoli o medi a seconda del gusto (più piccoli sono i pezzi, più risulteranno saporiti) e poi impanato nella farina.

Step 2

È consigliabile passarlo più volte nella farina e premere delicatamente con le mani per far sì che questa aderisca su tutta la superficie del pesce. Il segreto di una frittura leggera e croccante sta nella temperatura dell’olio, che deve essere bollente: per questo motivo bisognerà portare quasi a ebollizione abbondante olio prima di versare il pesce.

Step 3

Un trucco da chef consiglia di provare la temperatura dell’olio con un pezzo di pane da togliere subito; questo deve sfrigolare rumorosamente, allora saprete che l’olio è giunto a temperatura. Dopo aver versato le aguglie nell’olio bollente, lasciatele friggere per qualche minuto, finché cioè non saranno perfettamente dorate. La doratura deve essere uniforme: pezzi piccoli avranno bisogno di un minor tempo di cottura.

Step 4

Prima di portarle in tavola, lasciatele qualche minuto su un foglio di carta da cucina assorbente (il normale scottex va benissimo) per far sì che l’eccesso di olio venga assorbito e la frittura risulti più leggera. Le aguglie sono ottime portate in tavola ancora calde, salate direttamente nel piatto, a seconda del gusto dei commensali.

Potete presentarle su un letto di insalata guarnito da spicchi di limone, come piatto unico oppure accompagnato da verdure grigliate, ripiene oppure lesse, condite con un filo d’olio. Si tratta di un piatto di veloce preparazione (circa mezz’ora) che però richiede una certa cura.