Nasello surgelato

nasello surgelato

Le qualità del nasello surgelato

Il pesce è ricco di proteine, iodio, vitamine e sali minerali. Digeribile e leggero, regala al nostro organismo acidi grassi importanti come gli Omega 3, che aiutano a prevenire il rischio di malattie cardiovascolari. I nutrizionisti raccomandano di consumarlo almeno tre volte a settimana. Per variare ricette e sapori, possiamo ricorrere al pesce surgelato, ottima e soprattutto sana alternativa al pesce fresco. Spesso rinunciamo a mangiarne perché scoraggiati dalla pulizia o dal pensiero delle spine. I pesci surgelati sono già pronti per la cottura, eviscerati e puliti. Basta scongelarli e utilizzare un pizzico di fantasia per accontentare anche i palati più esigenti. Il pesce surgelato, oltre ad abbattere la carica batteriologica, mantiene inalterate le proprietà nutritive e organolettiche tipiche del pesce fresco. Recenti ricerche scientifiche hanno dimostrato ad esempio come gli antiossidanti, sostanze che combattono l’invecchiamento cutaneo, siano capaci di resistere con successo sia al congelamento che al successivo scongelamento.

Il nasello surgelato

Simile al merluzzo, il nasello è uno dei pesci più pescati al mondo e particolarmente apprezzato per le carni magre e digeribili. Vive sia in mare aperto che nelle zone protette dei litorali e ha una forma leggermente allungata e appiattita ai lati. Raggiunge i 60 cm di lunghezza ed è longevo in quanto può sfiorare anche i venti anni di vita. È molto diffuso, sia nel mar Mediterraneo che nell’Oceano Atlantico, e ama cibarsi di crostacei, per i quali si spinge fin nei fondali più bassi. Le proteine che regala al nostro organismo sono di alto valore biologico e per questo è un degli alimenti più utilizzati nell’alimentazione dei bambini. Ha inoltre una buona concentrazione di amminoacidi e potassio. Quando stiamo per acquistare una confezione di nasello surgelato dobbiamo sincerarci che sia stata rispettata la catena del freddo. Per questo motivo la confezione dovrà essere integra e compatta. Per scongelare i naselli surgelati abbiamo varie alternative. Possiamo lasciarli una notte intera nel frigorifero oppure chiuderli ben stretti in un sacchetto per alimenti e metterli sotto il rubinetto dell’acqua fredda. In alternativa possiamo utilizzare il microonde con la funzione appropriata per circa 7-10 minuti. Cuocere il nasello surgelato è semplice. Possiamo farlo in padella, bollirlo, realizzarci un buon brodo oppure semplicemente passarlo nel forno per poi condirlo con olio, sale e limone. Il problema è che spesso associamo l’idea del nasello surgelato a un piatto triste e dietetico. In realtà basta utilizzare un pizzico di fantasia per realizzare ricette semplici e gustose con questo pesce così leggero!

Ricette nasello surgelato

I bambini arricciano il naso di fronte al pesce? Il segreto è cambiargli vestito. Invece di presentare in tavola un filetto di nasello bollito, possiamo divertirci a creare delle ottime polpette. Loro non si accorgeranno quasi del trucco e chiederanno sicuramente il bis!

Polpette dei pirati

1 confezione di nasello surgelato
700 millilitri di passata
2 uova
mollica di pane raffermo
3 cucchiai di parmigiano
prezzemolo
2 spicchi di aglio
mezza cipolla
olive verdi
sale
1 cucchiaino di zucchero

Facciamo scongelare i filetti di nasello. Mettiamo la mollica a bagno con un po’ di acqua o latte e strizziamola bene. Prendiamo un mixer e nel boccale inseriamo: pesce, uova, prezzemolo, uno spicchio di aglio, la mollica e il sale. Frulliamo il tutto e facciamo riposare per cinque minuti in frigorifero. Nel frattempo iniziamo a preparare la salsa. In un tegame largo soffriggiamo lo spicchio d’aglio schiacciato e la cipolla tritata. Uniamo la passata e le olive verdi. Aggiustiamo di sale, uniamo lo zucchero per spegnere l’acidità del pomodoro e portiamo a bollore. Cominciamo a formare le polpette che dovranno essere di medie dimensioni. Un piccolo trucchetto: tuffiamole nel sugo soltanto quando questo sarà arrivato a bollore altrimenti le polpette rischiano di aprirsi. Facciamole cuocere nel sugo di pomodoro per circa trenta o quaranta minuti, coprendo con un coperchio. Gli ultimi cinque minuti di cottura togliamolo, alziamo la fiamma e facciamo restringere il fondo.

E per un secondo gourmet adatto alle calde serate estive non c’è niente di meglio di un’insalata fredda a base di nasello surgelato!

Insalata colorata di nasello e gamberetti

1 confezione di nasello surgelato
1 barattolo di gamberetti già lessati
1 peperoncino
1 cipolla rossa di Tropea
1 avocado
2 lime
sale
pepe
olio extravergine d’oliva
prezzemolo fresco

Lessiamo il nasello e riduciamolo a dadini, facendolo raffreddare. In un barattolo mescoliamo l’olio, il succo di un lime, il sale e il pepe. Sbattiamo bene con una forchetta e mettiamolo in frigorifero. Tagliamo la cipolla rossa a dadini piccoli e così anche l’avocado. Prendiamo il peperoncino, togliamo i semi interni e tagliamolo a rondelle. Mettiamo questi ingredienti in un piatto da portata. Uniamo il nasello, i gamberetti, il peperoncino, l’avocado e il condimento preparato in precedenza. Facciamo insaporire e serviamo dopo un riposo di almeno un’ora in frigorifero.

E per gli amanti dei sapori speziati e orientali non poteva mancare una ricetta a base di curcuma!

Nasello surgelato al limone e curcuma

400 grammi di filetto di nasello scongelato
1 cucchiaio di curcuma
succo di due limoni medi
2 cucchiai di burro
sale e pepe
farina quanto basta + 1 cucchiaio a parte
aglio in polvere
erba cipollina essiccata

In un piatto versiamo la farina, uniamo il sale, il pepe, la curcuma, l’aglio e l’erba cipollina. Mescoliamo con cura. In una padella mettiamo a sciogliere (a fuoco basso) il burro. Nel frattempo passiamo i nostri filetti nella farina e mettiamoli nella padella con il burro. Lasciamo cuocere per qualche minuto e giriamoli con la paletta. Dopo due o tre minuti togliamo i filetti e mettiamoli al caldo e coperti. Nella padella versiamo il succo di limone, il cucchiaio di farina e un po’ di acqua calda. Alziamo la fiamma e cerchiamo di staccare il fondo di cottura. Portiamo a bollore e filtriamolo con un colino per avere una salsa fluida e senza residui. Rimettiamo in padella i nostri filetti di nasello, copriamo con la salsa filtrata, aggiustiamo di sale e pepe e lasciamo cuocere per altri cinque minuti.