Risotto ai frutti di mare surgelati

Risotto ai frutti di mare surgelati

Risotto ai frutti di mare surgelati

Il risotto ai frutti di mare è uno dei primi piatti tipici della tradizione culinaria italiana. Le ricette di questo alimento variano da regione a regione, dalle preparazioni tradizionali fino alle innumerevoli versioni moderne create per soddisfare gusti e bisogni sempre più mirati e in evoluzione. Anche se il risotto è un piatto tipicamente invernale la freschezza dei frutti di mare ne fa apprezzare l’uso anche nelle stagioni più calde.
Gli effetti benefici del riso uniti alle notevoli proprietà nutrizionali dei frutti di mare fanno di questo piatto una fonte sostanziosa, saporita e apprezzata da grandi e bambini. Ma se il riso ha un costo accessibile a tutti decisamente meno lo è quello dei frutti di mare freschi inoltre devono essere sicuri dal punto di vista della freschezza e non sono sempre facilmente reperibili. Un’altra sostanziale considerazione riguarda la capacità e il tempo necessari per la loro pulizia. Allora perché non preparare un risotto ai frutti di mare surgelati? Con la caratteristica di essere pratici e versatili permettono la creazione di molteplici ricette ad un costo nettamente contenuto, sono facili da utilizzare anche per chi è alle prime armi tra i fornelli e pronto in pochi minuti anche per ospiti inaspettati.
I processi di controllo dei frutti di mare surgelati seguono precise e rigorose misure, previste dalle normative vigenti, indispensabili per preservare la salute del consumatore e offrire un prodotto di alta qualità e sicuro dal punto di vista igienico-sanitario. Dal momento che viene acquistato l’alimento anche il consumatore deve seguire attentamente le istruzioni di utilizzo e conservazione riportate sulla confezione.
Le nuove ricerche scientifiche hanno bocciato l’opinione che i frutti di mare surgelati perdano valore nutrizionale e qualità infatti è proprio grazie alla tecnica delle basse temperature che i batteri e gli enzimi vengono neutralizzati. È opportuno ricordare che i prodotti surgelati dopo lo scongelamento non devono essere ricongelati a meno che non siano stati preventivamente cotti e quindi privi di batteri eliminati proprio con la cottura. Il trasporto dal punto vendita fino a destinazione dev’essere fatta con l’utilizzo di borse termiche e il prodotto messo in freezer il prima possibile per evitare l’inizio del processo di scongelamento.
Una porzione di risotto ai frutti di mare surgelati ha circa 320 calorie che aumentano anche fino a 500 se la ricetta prevede l’aggiunta di ulteriori ingredienti. Sotto il profilo nutrizionale, i frutti di mare, sono una fonte di vitamine del gruppo B, soprattutto la B12, di sali minerali come ferro, zinco, selenio e iodio. Nutrizionisti e dietologi concordano nell’inserimento di questo alimento nelle diete ipocaloriche per l’ottimo apporto energetico e proteico. I frutti di mare contengono acidi grassi insaturi Omega 3. Le ultime ricerche scientifiche confermano e attribuiscono agli Omega 3 la capacità di prevenire numerose malattie cardiovascolari e in gravidanza favoriscono un corretto sviluppo del sistema nervoso.

Ma una volta giunto in cucina come bisogna preparare questo prelibato piatto?

Lo scongelamento è la prima e delicatissima fase.
È importante leggere sempre l’etichetta nella quale è riportato il metodo di preparazione anche perché non è sempre indispensabile scongelare il prodotto. Per cucinare un perfetto risotto ai frutti di mare surgelati, mantenere inalterata la qualità ed evitare la proliferazione di batteri nocivi per la salute è consigliato passare direttamente alla cottura.
Al contrario di quanto si possa pensare preparare un risotto ai frutti di mare surgelati è possibile anche per le cuoche meno esperte. Innanzitutto scegliere la varietà di riso indicata per i risotti: il Carnaroli ha una resa eccellente ma anche il Vialone nano, Roma e Arborio sono molto utilizzati.
La preparazione classica di questo piatto prevede un soffritto in olio extravergine d’oliva di scalogno o cipolla tritati finemente e aglio nel quale far tostare il riso, vengono aggiunti i frutti di mare surgelati o scongelati velocemente al microonde e si sfuma il tutto con del vino bianco, si incorpora del brodo vegetale poco per volta fino a cottura ultimata e si aggiunge del prezzemolo tritato. A questa base si possono accompagnare innumerevoli ingredienti e formare molteplici varianti. Per un risotto ai frutti di mare surgelati rosso basta aggiungere del concentrato di pomodoro se invece si vuole dare un tocco di freschezza in più, insieme al prezzemolo si può guarnire con del lime o limone. Le sempre più rinomate proprietà e il particolare sapore dello zenzero si sposano perfettamente con questo primo piatto, aggiungerlo al soffritto dopo averlo tagliato a dadini. Mescolando dei funghi ai frutti di mare si otterrà un gustoso risotto mari e monti.
Ma per un’occasione speciale ecco una ricetta a prova di chef che lascerà amici e parenti senza parole per sapori, odori e colori sorprendenti.

Risotto ai frutti di mare surgelati, champignon e lamponi.

Ingredienti per 4 persone: 320 g di riso carnaroli, 300 g di frutti di mare surgelati, 50 g di funghi champignon, 30 g di lamponi, 1/2 scalogno tritato finemente, 1 dl di vino bianco, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1l di brodo vegetale, 1 ciuffo di prezzemolo tritato, sale q.b.
Procedimento: in una casseruola mettere l’olio e soffriggere lo scalogno tritato finemente e fino a doratura. Alzare la fiamma e aggiungere i frutti di mare surgelati, sfumare con metà del vino, farlo evaporare e continuare la cottura per 3 minuti. Pulire i funghi champignon, non lavarli ma usare della carta da cucina per rimuovere eventuali tracce di terra, tagliarli a fette sottili e unirli al composto, aggiustare di sale e cuocere per altri 3 minuti. Incorporare il riso, farlo tostare a fuoco moderato, aggiungere il vino restante e lasciarlo evaporare. Continuare aggiungendo gradatamente il brodo man mano che viene assorbito. Tempo di cottura circa 20 minuti. A cottura ultimata togliere subito la casseruola dal fuoco e impiattare. Lavare ed asciugare molto bene i lamponi. Decorare il risotto con il prezzemolo tritato e qualche lampone. L’apporto calorico di questa ricetta è di 421 calorie a porzione.
La cottura del risotto ai frutti di mare surgelati può avvenire anche in pentola a pressione senza alterazioni di sapore, seguendo lo stesso procedimento della ricetta base, basteranno 7-8 minuti dal fischio.
Il risotto ai frutti di mare surgelati è un prezioso primo piatto, qualitativamente notevole, versatile, conveniente, veloce nell’esecuzione e infinitamente buono. Non resta che augurare buon appetito!