Come cucinare pesce alla piastra

Come cucinare pesce alla piastra

Come cucinare pesce alla piastra

Un modo elegante di presentare il pesce è cotto alla piastra, le orate, i tranci di spada e gli spiedini sono più invitanti e profumati. Le piastre per la cottura sono in ghisa o altri metalli, in questo tipo di cottura, non vi è contatto diretto con la fonte di calore e si evita la formazione di carboni, la cottura avviene per conduzione, possono stare tranquilli i salutisti. Mentre cercavo le mie ricette su come cucinare pesce alla piastra, ne ho trovate alcune che propongono di utilizzare la carta oleata per non sporcare la piastra, ma io preferisco la piastra senza carta. Il pesce, non è necessario ricordarlo, deve essere assolutamente fresco, con l’occhio brillante e le carni toniche. ci sono qualità più ricercate di pesce che non hanno bisogno della marinatura, basta aggiungere il sale. Ho chiesto ad uno zio ristoratore di fornirmi la sua ricetta, perché secondo me, in cucina, non ha rivali.
Ecco la sua ricetta semplicissima, spero vi piaccia , io l’adoro.

Orate alla piastra
Ingredienti per 2 persone:

due belle orate
olio d’oliva
sale q.b.
succo di 1/2 limone
rosmarino
prezzemolo

Prima di iniziare assicuratevi che la piastra sia ben calda, la cottura sarà più veloce e semplice, la piastra è veramente calda quando inizia a fumare, mettetela sul fuoco qualche minuto prima di cuocere il pesce, una decina di minuti dovrebbe bastare.
le orate vanno pulite con molta cura, lavate ma non squamate. Bisogna levare le pinne, aprire e svuotare il pesce, se avete un coltellino molto affilato per eseguire il taglio, l’operazione risulterà più facile, è senza dubbio consigliabile sciacquarlo bene sotto l’acqua fredda, fino a quando non esce più sangue. Lasciate asciugare bene oppure fatelo voi con un canovaccio. Ponete le orate sulla piastra ben calda, ogni due o tre minuti occorre rigirare, stando attenti a non rompere le squame, le squame integre ci indicano che all’interno lo è anche il pesce. Ogni volta che girate le orate, aggiungete l’intingolo, preparato con olio d’oliva, sale, limone, prezzemolo e rosmarino. Il tempo di cottura è definito anche dallo spessore dell’orata, comunque in media, ci impiegherà 7/8 minuti. A cottura ultimata, adagiate le orate su un piatto da portata contornandolo di limone tagliato a fettine in orizzontale e se le gradite, anche delle erbette profumate. Servitele calde. Potrete abbinare, per contorno, patate, carote lesse, o semplicemente insalata di lattuga cruda e pomodorini.