Scampi surgelati

come cucinare gli scampi surgelati

Scampi surgelati

Conoscerete tutti gli scampi, quei gustosi e delicati crostacei di colore rosato chiaro con sfumature bianche ed arancioni, che possiedono due lunghe e robuste chele anteriori ed una pregiata polpa, contenuta nel carapace della parte posteriore.
Gli scampi, in commercio, si possono acquistare sia freschi, principalmente nel periodo primaverile, che surgelati durante tutto il periodo dell’anno.
Essi contengono molti sali minerali come sodio, potassio, fosforo, calcio, selenio e magnesio, ed una buona dose di proteine, e sono ottimi in cucina.
Poiché non è sempre semplice trovare degli scampi freschi di ottima qualità è preferibile, se non si è certi della bontà di quelli freschi, utilizzare quelli surgelati.

Come cucinare gli scampi surgelati

Per prima cosa si devono far scongelare, preferibilmente a temperatura ambiente o in acqua, anche non del tutto.
E poi vi potrete sbizzarrire con le ricette.
Ce ne sono per tutti i gusti e tutti i palati, alcune molto semplici ed altre più elaborate.
Vedremo come cucinare gli scampi surgelati elencando una serie di ricette e di modi di preparazione, che avranno come caratteristica comune, quella di offrire dei piatti molto gustosi.
Partiamo da una semplicissima ricetta che richiede solo pochi ingredienti di buona qualità e gli scampi congelati:

Ricette scampi surgelati

Scampi surgelati in padella.

Per la preparazione di questa ricetta per 4 persone servono i seguenti ingredienti:
– 1 kg di scampi congelati
– 1 spicchio d’aglio
– 3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
– 1 mazzetto di prezzemolo fresco
– 1 bicchiere di vino bianco
– 1 limone
– sale e pepe

Dopo aver fatto scongelare gli scampi, lavateli bene uno ad uno con acqua corrente.
Tritate finemente lo spicchio d’aglio, dopo averlo sbucciato, ed il prezzemolo fresco, lasciandoli separati tra di loro.
In una padella grande versate l’olio extravergine d’oliva, l’aglio tritato, gli scampi, sale, pepe ed il succo di un limone.
Fate cuocere per circa 10 minuti a fuoco alto coprendo con un coperchio la padella.
Dopo 10 minuti, girate poi gli scampi con una forchetta ed aggiungete il vino bianco, che deve essere di buona qualità per esaltare il sapore del piatto che state preparando, e continuate a cuocere gli scampi fino a quando il vino non sarà evaporato del tutto.
Cospargete gli scampi con il prezzemolo fresco tritato, e serviteli subito in tavola.
Questa ricetta, pur essendo semplice e veloce, vi farà gustare ed apprezzare il sapore delicato di questi crostacei.

Vediamo ora una ricetta più elaborata ed un classico della cucina di pesce:

Spaghetti allo scoglio

Per preparare questo primo piatto per 4 persone, servono i seguenti ingredienti:
– 320 g di spaghetti
– 8 scampi surgelati
– 1 kg di cozze
– 1 kg di vongole
– 300 g di calamari
– 300 g di pomodorini (di Pachino o ciliegini)
– 1 spicchio d’aglio
– 80 g di olio extra vergine d’oliva
– 50 g di cognac
– sale e pepe

Vediamo come cucinare gli scampi surgelati insieme agli altri ingredienti, per la preparazione di questo gustosissimo primo, tipico della tradizione italiana.
Lasciare innanzitutto scongelare gli scampi.
Pulire poi le vongole e le cozze.
Le prime dovranno essere lasciate a bagno in una bacinella riempita con acqua fredda ed un pò di sale, per un tempo sufficiente da poterle far spurgare della sabbia contenuta all’interno del loro guscio.
Dopo aver cambiato l’acqua, le si dovranno lasciare ancora un pò in ammollo.
Per pulire le cozze, le operazioni sono un pò più complicate perché si dovranno raschiare esternamente con una lama e si dovrà strappare la barbetta che fuoriesce lateralmente dal guscio.
Alla fine si dovranno lavare bene, per eliminare ogni impurità residua sui gusci.
Fate scaldare ora 25 grammi di olio extravergine d’oliva in una padella abbastanza ampia e quando si sarà riscaldato bene versate le vongole e le cozze al suo interno.
Coprite la padella con un coperchio e fate cuocere fino a quando sia le vongole che le cozze non saranno completamente aperte.
Togliete quindi il coperchio e versate i molluschi in un recipiente separandoli da liquido di cottura, che conserverete, aiutandovi con un colino.
Questo vi aiuterà ad eliminare anche dell’eventuale sabbia residua, contenuta all’interno dei gusci.
Sgusciate poi le cozze e le vongole raccogliendole in un contenitore, tenendone alcune ancora all’interno dei propri gusci, che vi serviranno per guarnire i vostri piatti, e gettate i gusci vuoti.
Pulite ora i calamari, privandoli della testa, delle interiori e della pelle superficiale, lavateli e tagliateli a striscioline sottili.
Fateli insaporire in una padella con 25 g di olio extravergine d’oliva, uno spicchio d’aglio schiacciato ed un pizzico di sale, e dopo qualche minuto di cottura sfumateli con del buon vino bianco, aggiungete del prezzemolo tritato e quando il liquido di cottura sarà evaporato spegnete la fiamma.
Gli scampi, dopo averli lavati, vanno tagliati con una forbice, lateralmente, in modo da eliminare il carapace intorno alla polpa, in modo delicato per non romperla.
Eliminate anche il filo nero sul dorso della polpa, aiutandovi con uno stuzzicadenti, poiché è l’intestino del crostaceo.
In un’altra padella fate scaldare 30 grammi di olio extravergine d’oliva insieme ad uno spicchio d’aglio tagliato grossolanamente in modo da eliminarlo facilmente successivamente, ed adagiatevi gli scampi, sfumandoli con del cognac.
Appena il cognac sarà evaporato e dopo al massimo 2 minuti di cottura si dovranno estrarre dalla padella e tenere da parte.
Il liquido di cottura degli scampi si potrà utilizzare per la cottura dei pomodorini.
Dopo averli lavati e tagliati in 4 parti, versateli nella padella di cottura degli scampi e lasciateli cuocere.
Nel frattempo portate ad ebollizione dell’acqua in una capiente pentola, salatela e versatevi gli spaghetti che farete cuocere fino a metà cottura.
Scolate quindi la pasta e versatela nella padella di cottura dei pomodorini, aggiungendovi il liquido di cottura delle vongole e delle cozze, precedentemente filtrato, e continuate la cottura degli spaghetti.
A fine cottura, aggiungete le vongole, le cozze, i calamari e gli scampi.
Fate amalgamare tutti gli ingredienti in padella, ancora per qualche minuto e poi impiattare e servire gli spaghetti.