Come cucinare cicale di mare o canocchie

Come cucinare cicale di mare o canocchie

Ecco alcune idee su come cucinare cicale di mare o canocchie.

Le canocchie, chiamate anche cicale di mare o pannocchie, sono dei crostacei molto delicati adatti sia per primi piatti, sia per secondi. Hanno una lunghezza di circa 20 cm con una corazza grigio-bianca dalle sfumature rosa e con due macchie ovoidali scure sulla coda. La corazza delle cicale di mare è molto robusa, soprattutto sul lato anteriore. Questi crostacei sono pescati nel Mar Mediterraneo e nell’Atlantico orientale, abitano i fondali fino a circa 200 metri di profondità e sono esseri solitari che vivono di notte.
Le canocchie sono adatte per le diete ipocaloriche poichè le carni di questo crostaceo sono assolutamente povere di grassi e di calorie (circa 69 calorie per 100 gr di prodotto). Sono inoltre ricche di proteine, vitamina B e grassi polinsaturi, tutti elementi necessari per un’alimentazione sana. Le cicale di mare però contengono molto sodio e per questo motivo l’assunzione è sconsigliata alle persone che soffrono di pressione alta. Bollite in poca acqua e condite semplicmente con olio e limone è possibile esaltarne il gusto delle carni pregiate e avere un piatto completo e totalmente light. Questi crostacei, al pari dei gamberi, essendo molto delicati andrebbero acquistati ancora freschi e consumati in giornata, in quanto, una volta pescati, si disidratano molto velocemente.

Vediamo ora come preparare dei gustosissimi piatti avendo le canocchie come elemento base.
Il primo passo da compiere è quello di provvedere alla pulizia dei crostacei. Anzitutto bisogna sciacquare abbondantemente le cicale di mare sotto l’acqua corrente. Una volta fatto ciò si deve eliminare la corazza nella maniera seguente: praticare due tagli lungo i lati della canocchia con le forbici, sollevare i mezzi gusci e sfilarli via. Tagliare poi la testa e la coda. Eliminare completamente le zampette e tutte le appendici che si trovano sul dorso del crostaceo. Una volta eliminate le estremità destra e sinistra della canocchia è possibile tirare il guscio con facilità liberando così tutta la polpa.
Essendo un alimento molto delicato, la carne delle canocchie è solitamente impiegata per piatti semplici, in modo da esaltare il gusto delle carni stesse. Le cicale di mare sono ottime nelle zuppe, lessate, gratinate al forno o semplicemente scottate in padella. Possono anche anche essere alla base di deliziosi sughetti che andranno a condire le paste. Come tutti i crostacei le cicale di mare hanno una cottura relativamente breve, in caso contrario la carne risulterebbe gommosa.

Altri consigli su come cucinare cicale di mare o canocchie

Canocchie in umido
Zuppa di canocchie
Canocchie in bianco