Come cucinare astice

Come cucinare astice

Come cucinare astice

L’astice è un crostaceo che vive prevalentemente nell’Oceano Atlantico ma è facilmente reperibile anche nel Mar Mediterraneo: viene utilizzato come ingrediente principale in tantissime ricette a base di pesce e viene particolarmente consumato nel sud Italia.

In commercio si può trovare sia vivo che congelato ma, per ottenere un piatto in cui deve spiccare il sapore del crostaceo, è consigliabile acquistarlo vivo.

La cottura dell’astice avviene utilizzando il metodo della bollitura ossia, dopo averlo lavato accuratamente s’inserisce all’interno di una pentola contenente acqua fredda salata al punto giusto. I tempi di cottura possono variare a seconda della grandezza del crostaceo ma, mediamente, è bene scolarlo dopo una quindicina o una ventina di minuti. Infatti, più si lascia cuocere e più si corre il rischio di compromettere la morbidezza della polpa.
Dopo la cottura, la prima cosa che si nota è il colore che da bluastro diventa arancione acceso e ciò significa che è pronto per essere tagliato, servito e gustato.
L’astice può anche essere cucinato arrosto dopo averlo sbollentato per circa 4 minuti in acqua salata, scolato, spaccato a metà e ultimando la cottura su un braciere con della brace viva.
Un altro metodo per cuocere questo meraviglioso crostaceo è la cottura al vapore, in cui si deve praticare un taglio netto su tutto il dorso, in modo tale che il vapore cuocia per bene tutto l’interno. Si fa cuocere prima da un lato per circa cinque o sei minuti per poi girarlo e continuare la cottura: dopo averlo fatto raffreddare, si può servire con una salsa ottenuta da un mix di olio extravergine d’oliva e qualche goccia di limone. Se al contrario non lo si volesse servire immediatamente ma conservarlo per un occasione speciale, basta lasciarlo raffreddare e riporlo, intero, all’interno del congelatore. Utilizzando, però questo metodo di conservazione, si rischia di gustare una polpa meno soffice e con un gusto decisamente meno saporito.

Molteplici sono le ricette che si possono preparare utilizzando questo rinomato crostaceo come le Linguine con Astice in Bellavista, Astice alla Catalana, Tortino o Sufflè di astici o persino gratinato al forno con pomodorini e spezie.
Essendo un prodotto contenente un elevato tasso di colesterolo è consigliato il consumo sporadico anche se, grazie al basso contenuto di grassi e carboidrati, è indicato per coloro che seguono un regime dietetico mirato alla perdita di peso. Sono, altresì, ricchi di proteine e possiedono un alto contenuto di fosforo e potassio nonché di vitamine appartenenti al gruppo B.

Scopri tante altre ricette su come cucinare astice! Clicca qui!