Zerri all’acqua pazza

Acqua pazza - Zerri - Primi della cucina tradizionale toscana
Lo zerro è un pesce molto comune nel Mediterraneo, dalla carne saporita.
Quella che vi proponiamo è una “rivisitazione” impreziosita di una delle ricette più “povere” della nostra tradizione, che con il tempo ha assunto a livello regionale, diverse connotazioni.

Ingredienti

  • 800g di Zerri freschissimi
  • 6 spicchi d'aglio
  • Una manciata di foglie di mentuccia
  • Una decina di gambi di prezzemolo
  • 7/8 pomodori ciliegini
  • Una punta di peperoncino
  • Zenzero fresco
  • olio evo
  • 8 fette di pane casereccio abbrustolito
  • sale

Preparazione

Step 1

Eviscerare gli zerri lasciando le teste e lavarli con cura. E' importante scegliere pesci di dimensioni simili per evitare problemi in cottura. In una pentola capace, mettere 3 cucchiai di olio E.V.O., gli spicchi d'aglio sbucciati e tritati, i pomodorini privati della pelle, i gambi di prezzemolo.

Step 2

Far soffriggere dolcemente evitando che l'aglio prenda colore. Aggiungere 1 litro e mezzo d'acqua fredda, le foglie di mentuccia spezzettate grossolanamente con le mani e una punta di peperoncino, sale q.b.

Step 3

Lasciar bollire per 15 minuti a fuoco medio, quindi abbassare la fiamma al minimo e aggiungere i pesci, lasciando sobbollire per altri 10/12 minuti. Abbrustolire le fette di pane. Sistemarle nei piatti fondi, posarvi i pesci, facendo attenzione a non romperli e bagnare col brodo di cottura. Aggiungere una gratuggiata di zenzero fresco e un filo di olio E.V.O.

Non è detto che una ricetta povera, escluda un “tocco di classe”.
Per accompagnare questo piatto semplice e saporito, consigliamo un Bianco Doc dei Colli Altotiberini Bianco (Umbria) o un Greco di Tufo DOCG (Campania).