Spaghetti con i ricci in bianco

2012-04-12
Spaghetti con i ricci in bianco

Ingredienti:

– 350 grammi di spaghetti
– 40/60 ricci di mare
– uno spicchio d’aglio
– olio extra vergine d’oliva
– un bicchiere di vino bianco
prezzemolo
– pepe a piacere

 

350 grammi di spaghetti (in generale quando si cucina per più persone per calcolare le dosi della pasta in modo da preparare un piatto di media grandezza per ogni commensale la regola degli chef è quella di moltiplicare il numero degli ospiti per 80 grammi di pasta. In questo caso il risultato esatto è 320 grammi, che è più comodo arrotondare a 350.)

I ricci di mare che hanno le uova sono solo le femmine che si riconoscono per il loro colore. I maschi sono neri, le femmine hanno una sfumatura di colore che va dal violetto al marrone. Un’ulteriore segno distintivo che ci aiuterà nella raccolta dei ricci è che le femmine spesso si ricoprono di sassolini e conchiglie, come se se ne volessero fare un ornamento, mentre i maschi sono puliti.
Aprire e pulire i ricci di mare può sembrare una sfida impossibile, in realtà è molto più semplice di quanto sembri a prima vista. Lasciati per alcuni minuti fuori dall’acqua gli aculei tendono a raggrupparsi, come se si afflosciassero un poco, questo ci consente di tenerli in mano facilmente. Con un paio di forbici bisognerà effettuare un taglio circolare lungo il perimetro dello scheletro del riccio e scoperchiarlo, a questo punto potremo raccogliere le uova, che sono di un colore arancione acceso, con un cucchiaino.
Dopo avere pulito i ricci, soffriggere in una padella l’aglio e l’olio, quando l’aglio sarà dorato, aggiungere i ricci e sfumare con il vino bianco. Non lasciare molto sul fuoco, un minuto, basterà. Cuocere gli spaghetti, scolarli e unirli ai ricci, amalgamare a fuoco spento, aggiungere il prezzemolo, un po’ di pepe e servire.
Alcuni aggiungono alla ricetta alcuni pomodorini freschi schiacciati, per dare un tocco di colore e addolcire il gusto dei ricci.
Il vino da abbinare alla ricetta sarà rigorosamente bianco, un tocco di classe potrebbe essere il Fiano di Avellino.
Come secondo una frittura di paranza.

Ricetta: Tags: , ,
  • Preparazione :
  • Cottura :
  • Pronta in :