Risotto ai cannolicchi

2012-08-10
Risotto ai cannolicchi

Il cannolicchio o conosciuto anche come cappalunga è un mollusco che vive principalmente sotto le sabbia posizionato in verticale: è ricchissimo di sali minerali come il fosforo, il sodio e il ferro, ricco di proteine ed è talmente povero di grassi che, spesso e volentieri, è l’ingrediente principale di moltissime ricette come il risotto ai cannolicchi.

Ingredienti

  • 400 grammi di cannolicchi
  • 300 grammi di riso
  • prezzemolo
  • cipolla
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 cucchiaino di capperi sotto sale
  • origano
  • brodo di pesce
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • 3 cucchiai d'olio d'oliva
  • sale
  • pepe

Preparazione

Step 1

Prima di tutto, occorre spurgare ben bene i cannolicchi quindi bisogna immergerli per circa 3 ore in un recipiente contenente acqua salata, dopodiché nel fondo si vedrà tutta la sabbia fuoriuscita dai gusci. Risciacquiamo ulteriormente i cannolicchi sotto l'acqua corrente per eliminare gli ulteriori residui ed evitare di trovarli all'interno del piatto.

Step 2

Fatto questo, prepariamo un soffritto con i 3 cucchiai di olio d'oliva in cui faremo soffriggere uno spicchio d'aglio, una manciata d'origano e i capperi ben risciacquati e privati del sale, infine uniamo i cannolicchi ben spurgati e sgusciati: facciamo soffriggere per circa 2 minuti e lasciamo raffreddare.

Step 3

A parte puliamo una cipolla e privatela dei primi strati, prendetene un velo e affettiamola facendola rosolare in un recipiente abbastanza capiente con un filo d'olio in cui faremo tostare il riso, versiamo un pizzico di sale e un bicchiere di vino bianco secco e non appena sarà evaporato aggiungiamo un mestolo alla volta di brodo di pesce ben caldo.

Step 4

Dopo circa una decina di minuti unite il soffritto ottenuto con i cannolicchi al riso e lasciamolo cuocere per altri circa 6-7 minuti. A cottura ultimata, riporremo il riso in un piatto piano da portata con un filo d'olio d'oliva a crudo, un pò di pepe e un pò di prezzemolo finemente tritato.

Possiamo abbinare al piatto un calice di vino bianco non troppo saporito ma dal sapore secco che vi permetterà di gustare tutto il sapore dell’ingrediente principale. Il piatto è abbastanza composto quindi sarà giusto associarlo ad un contorno leggero come un pinzimonio di verdure fresche di stagione.

  • Persone : 4
  • Preparazione :
  • Cottura :
  • Pronta in :