Pesce Balestra

pesce balestra

Pesce Balestra

Il pesce balestra, vive nel Mar mediterraneo e in oceano Atlantico a bassa profondità.Questo piccolo abitante del mare, ha una simpatica forma ovale, ed ama nuotare tra le barriere coralline. Viene chiamato anche pesce di porco o pesce maiale, perchè dopo la sua cattura emana un vero e proprio grugnito, quasi di protesta. L’appellativo balestra, invece, deriva da un tipo di pinna a scatto sempre pronta a difendersi.
Presenta dei denti forti e pungenti che utilizza per poter addescare e rompere conchiglie e coralli di cui è ghiotto, il suo alimento preferito sono le cozze! Di tanto in tanto si ciba anche di piccoli pesci.

Pesce Balestra caratteristiche

Il pesce porco, vanta di un ottima popolarità per la qualità delle sue carni bianche, anche se difficili da spellare e da cucinare. La difficoltà nello sfilettare il pesce Balestra, consiste proprio nella presenza di un tipo di pelle rugosa, simile alla carta vetrata.
Per tanto tempo si è creduto che il pesce porco non fosse commestibile, in realtà, ha carni molto tenere, solo in alcuni periodi dell’anno risulta causare lievi malesseri all’uomo.Per questo motivo, nel momento in cui si vuole comprare questo tipo di pesce, è meglio chiedere a chi ne è esperto se è il periodo giusto per farlo.
Il nostro pesce, contiene circa 91 kcal per 100 gr., viene quindi spesso consigliato per una sana alimentazione. Nei nostri mari si raccolgono dei pesci Balestra di circa 20-30 cm, con un prezzo che varia dai 8 e i 13 € al kg.
Proprio per i suoi importanti valori nutrizionali, come la poca percentuale di grasso e la tenera carne bianca che offre, il pesce balestra è uno dei piatti più succulenti e appetitosi che vengono studiati e cucinati dai migliori chef.
Oggi vi mostreremo delle piccole ricette che saranno capaci di trasformale questo piccolo pesce, in un’ottima cena!

Come cucinare il pesce Balestra

Ci sono tantissimi modi per cucinare il nostro pesce, possiamo utilizzarlo sia come primo piatto, creando un sughetto con olio d’oliva e pomodorini. Oppure creando dei buonissimi paccheri al pesce balestra, semplicemente condendo quest’ultimo con succo di limone e prezzemolo.
Oppure possiamo valorizzarlo, donandogli lo spazio che merita, in un succulento secondo, composto da: pesce Balestra sfilettato poggiato su un letto di patate e cotto a forno. C’è chi invece lo preferisce grigliato, ottenendo una carne molto morbita, perchè la pelle ruvida del pesce protegge l’interno, cuocendolo, ma con poca aggressività.
Un tipo di cottura, che si utlizza molto in calabria, è quella prima di lessa il pesce balestra (in modo da rendere più facile la sfilettatura) poi impanare la carne piccolo animale marino e di friggerla, ottenendo dei piccoli straccetti croccanti.

Pesce Balestra al forno con le patate

La prima ricetta che vi proponiamo, è quella del pesce Balestra cucinato al forno con le patate, è uno dei modi più famosi e squisiti per cucinare il nostro pesce porco.

Gli ingredienti necessari per questo spendido piatto sono:
1-500-600 gr. di patate, possibililmente di simile dimensione , in modo da creare un letto uguale ed omogeneo.
2- Un pesce Balestra di circa 1,500 kg. oppure due diversi, che abbiano però lo stesso peso, per dare omogeneità al piatto.
3-Due limoni, da cui ricaveremo un succo da aggiungere al tutto.
4- Un ramoscello di rosmarino.
5-Un ciuffetto di prezzemolo.
6-Un po di vino bianco, per valorizzare ancora di più il piatto.
7- Olio extravergine d’oliva, sale e pepe (a chi piace).
8-Due spicchi d’aglio.

Preparazione:
Sfilettare con molta cura il nostro pesce balestra, in particolare attenzione alle pinne che sono molto appuntite, successivamente nel ventre depositare un ramoscello di rosmarino e uno spicchio d’aglio (svestito della buccia). Passiamo a bollire le patate, sbucciarle e tagliarle a rondelle, poi condirle con olio, sale, pepe e un po di prezzemolo.
A questo punto, ungere la teglia con l’olio extravergine d’oliva e adagiare le patate sul fondo della pirofila, creando un letto che accoglierà poi il nostro pesce balestra. Condire anche quest’ultimo con olio, sale, pepe, origano o altre spezie a nostro piacimento. Aggiungere poi la pirofila nel forno a 180° per 40 min. A metà cottura aggiungere il succo di limone , così da aggiungere un sapore esotico al nostro piatto. Il tempo di cottura è indicativo e può variare in base alla modalità di cottura del vostro forno.

Sugo rosso con pesce Balestra

Altra ricetta che vi presentiamo è un sugo che trova ha protagonista il nostro pesce Balestra, ovvero un semplice sugo al pomodoro, arricchito dal sapore unico del pesce porco. Come prima cosa preparare un semplice sugo, proprio come se dovessimo fare delle semplici pennette al ragù.
Successivamente dare una lieve bollitura al nostro pesce Balestra, per facilitarne la pulizia ed eliminare la pelle dura.
Tagliare poi a tranci il pesce, con forme quadrate, e introdurre questi trani all’interno del sugo, condendo con olio, sale, pepe, origano, basilico ecc.
Successivamente lasciare in cottura quanto basta, fino a quando non sia terminata anche la cottura del sugo stesso.
Impiattare il sugo, in un piatto fondo, il tutto con una spolverata di prezzemolo.

Poco conosciuto, ma comunque sempre apprezzato dai palati più fini, è sicuramente un ottimo piatto da cucinare a parenti e amici.