Insalata di aringhe, patate, pomodori e olive

2014-09-03
Insalata di aringhe, patate, pomodori e olive

Se avete voglia di un secondo sfizioso, nutriente ed originale, questa ricetta è quello che fa per voi: perfetta in queste serate estive e buonissima anche fredda (anzi, soprattutto fredda), l’insalata di aringhe, patate , pomodori e olive è un piatto perfetto per essere preparato “prima” ed essere mangiato “dopo”. Inoltre le aringhe sono considerate uno dei pesci più adatti alla salvaguardia del cuore e sono davvero economiche, così come tutti gli altri ortaggi utilizzati in questa ricetta. Di seguito riportiamo gli ingredienti per quattro persone. 

Ingredienti

  • 400 grammi di aringhe affumicate
  • 400 grami di patate (circa 3 di medie dimensioni)
  • 250 grammi di pomodori datterini o pachino a vostro gusto
  • 100 grammi di olive verdi e nere
  • olio extravergine di oliva
  • sale fino e grosso
  • prezzemolo fresco
  • uno spicchio d'aglio

Preparazione

Step 1

Se amate i sapori forti e decisi, potete direttamente cuocere le aringhe in padella. con un goccino d'olio e sfumando con del vino bianco. Se invece volete stemperare un po' il forte sapore di affumicato delle aringhe, dovete iniziare la preparazione del piatto il giorno prima, lasciando le aringhe a bagno nel latte, in modo da togliere un po' della loro affumicatura.

Step 2

Una volta cotte le aringhe, toglietegli la pelle e tagliatele a cubetti. Lessate le patate immergendole in una casseruola piena di acqua e una manciata di sale grosso, ancora con la buccia. Dopo circa 30-35 minuti scolatele, raffredatele sotto l'acqua fredda e pelatele con un pelapatate.

Step 3

Tagliate anch'esse a cubetti, piuttosto grossolanamente. Nel frattempo condite i pomodori: lavateli e tagliateli in due o quattro parti e aromatizzateli con uno spicchio d'aglio, olio extravergine di oliva e un po' di origano. Sciacquate e tagliate in due parti anche le olive.

Step 4

Ora unite tutte gli ingredienti dentro una ciotola abbastanza ampia e condite con olio extravergine, prezzemolo fresco e un pizzico di sale. Amalgamate bene il composto aiutandovi con un cucchiaio di legno o anche con le mani. Questo piatto può essere conservato in frigo per uno o due giorni circa. 

Potete abbinare un delicato Chardonnay, che vi darà quella sensazione di freschezza, in contrasto con la sapidità dell’aringa. A seguire potrebbe essere perfettto un dolce a base di una crema al limone.

  • Persone : 4
  • Preparazione :
  • Cottura :
  • Pronta in :