Filetto di sgombro al pepe rosa

filetto di sgombro

Il filetto di sgombro al pepe rosa è un delicato piatto di pesce che può essere servito come antipasto, o se lo si preferisce, come secondo. La preparazione è veloce e di facile realizzazione poiché consiste nella semplice lessatura del pesce che andrà poi impiattato e condito con una leggera marinata. Vediamo la ricetta.

Ingredienti

  • 6 piccoli sgombri freschissimi (o 4 di media grandezza)
  • una cipolla bianca di medie dimensioni
  • una carota
  • un gambo di sedano
  • prezzemolo
  • pepe rosa in grani
  • pepe nero
  • olio extravergine d'oliva
  • aceto balsamico
  • sale
  • vino bianco

Preparazione

Step 1

Dopo averli eviscerati accuratamente e squamati, far lessare gli sgombri in acqua, aggiungendo un filo d'olio d'oliva, la cipolla, il sedano, una carota piccola, il pepe nero, il sale ed infine un bicchiere di vino bianco. Dopo 8-10 minuti circa, quando gli sgombri avranno raggiunto la giusta cottura, spegnere il fornello e lasciare che si raffreddino.

Step 2

Togliere gli sgombri dall'acqua e pulirli attentamente levando la pelle e le parti di scarto in modo da ottenere dei filetti interi. Sistemare i filetti di sgombro puliti su una pirofila dove saranno state disposte precedentemente delle fettine sottili di cipolla bollita. Di seguito ricoprire i filetti col resto della cipolla affettata ed aggiungere il pepe rosa.

Step 3

Da parte, preparare una salsina con aceto balsamico in quantità, una generosa dose di olio d'oliva extravergine, un trito molto fine di prezzemolo e qualche cucchiaio di brodo di sgombro. Versare l'emulsione sui filetti e far riposare il piatto per diverse ore prima di servirlo a tavola.

Vini e contorni
Lo sgombro possiede delle carni grasse e saporite e se viene lessato, come in questa ricetta, il suo sapore si mantiene comunque ricco e richiede perciò un vino di buon corpo. Per questo antipasto leggero e raffinato suggeriamo dunque due vini bianchi di qualità: il ligure “Cinqueterre”, secco e dalla fragranza persistente, oppure il fruttato e profumatissimo “Pinot Grigio” dell’Alto Adige.
Perfetto preludio per un pranzo o una cena a base di pesce, questo antipasto può essere servito accompagnato da delle crudité di verdure, magari con della maionese o della salsa di soia.