Filetti di branzino ai carciofi

2012-07-02
Filetti di branzino ai carciofi
Valutazione media utenti

(3 / 5)

3 5 4
Vota questa ricetta

4 persone hanno già votato

Condividi

Il branzino ai carciofi è un piatto semplice e gustoso, che rende apprezzabile anche un tipo di pesce, quale il branzino, meno pregiato di altri. Presentato come secondo, ideale quando oltre ai carciofi è accompagnato anche dai pomodori. Nelle sue diverse versioni, la ricetta prevede anche l’aggiunta di spezie.

Ingredienti

  • 800 g di filetti di branzino
  • 6 carciofi di medie dimensioni
  • 200 g di pomodori secchi sott'olio
  • 4 spicchi d'aglio
  • 1 dl di vino bianco leggero
  • 1,5 dl di brodo vegetale
  • 2 rametti di prezzemolo fresco
  • 1 cucchiaino da caffè di pinoli
  • olio extravergine d'oliva
  • pepe
  • sale

Preparazione

Fase 1

Pulire i carciofi, togliendo i gambi e spuntando le foglie; quindi tagliarli in pezzi di medie dimensioni (4 o 6 pezzi per carciofo). Prendere i pomodori, scolarli dall'olio, e tagliarli a listarelle.

Fase 2

Fare rosolare in una padella i carciofi con olio extravergine d'oliva, dopo averli bagnati con il vino bianco. Lasciare cuocere a fuoco basso; dopo 10 minuti aggiungere il brodo e i pomodori, quindi mescolare e lasciare cuocere per altri 3-4 minuti.

Fase 3

Aggiustare di sale e pepe se necessario. Quindi tagliare i filetti di branzino in parti da circa 50 g ciascuna, e farli rosolare a parte in una padella con olio extravergine d'oliva. Lasciarli per 2 minuti a fuoco forte sul lato della pelle, e per un altro minuto dall'altra parte.

Fase 4

Tritare il prezzemolo, e unirlo ai carciofi. Quindi mescolare i carciofi con il branzino, e servire usando i pinoli come decorazione.

Ideale per questo piatto un vino bianco, come il Greco di Tufo, oppure lo Chardonnay dei Colli Euganei. Il branzino è un secondo piatto che si abbina molto bene ad un primo a base di pesce, come ad esempio gli spaghetti al sugo di gallinella.