Come cucinare scorfano

2016-09-15
Come cucinare scorfano

Come cucinare scorfano

Normalmente si parla dello scorfano facendo riferimento ad un pesce estremamente brutto e pieno di spine, ma non tutti sanno che è costituito invece da una carne gustosa e dalla consistenza soda. Questo tipo di pesce si presta alla preparazione di moltissimi piatti essendo la sua carne davvero molto versatile; lo si può utilizzare ad esempio per la preparazione di un saporito sughetto per condire un risotto o degli spaghetti, oppure semplicemente per realizzare un ricco secondo piatto per lasciare a bocca aperta i vostri commensali.

All’interno di questo breve articolo andremo allora a delineare alcuni utili consigli che vi aiuteranno a comprendere meglio come cucinare scorfano nella maniera più semplice e adeguata.

Prima di qualsiasi preparazione è bene imparare a pulire lo scorfano eliminando tutte le spine; per fare questo è necessario squamarlo, lavarlo sotto l’acqua corrente ed inciderlo per tutta la sua lunghezza per la rimozione delle interiora. Successivamente si può procedere all’eliminazione delle pinne laterali e della coda.

Un primo sfizioso e saporito sono le mezze penne al sugo di scorfano, un piatto semplice, ma dal gusto sorprendente. Il sughetto per condire le mezze penne si può anche preparare all’ultimo minuto per una cena improvvisata o per ospiti inaspettati. Servono infatti pochi ingredienti per realizzare un piatto di classe e strepitoso. Vi basterà semplicemente far rosolare il pesce in una padella con dell’olio extra vergine d’oliva, sfumarlo con del vino bianco e aggiungere a fine cottura della passata di pomodoro e dei capperi. Una volta salato e pepato questo delizioso sugo, lo si potrà utilizzare per condire le mezze penne sbollentate precedentemente in acqua salata.
Se invece avete intenzione di preparare un secondo piatto a base di pesce che sia semplice e veloce, ecco una sfiziosa idea per scoprire come cucinare scorfano a forno. Come tutti gli altri tipi di pesce, la cottura al cartoccio o al forno con contorno di patate, si rivela sempre essere la scelta migliore e più rapida. Per preparare lo scorfano al forno sarà necessario solo pulire il pesce attentamente, ma volendo questo passaggio potete anche lasciarlo fare al vostro pescivendolo di fiducia; successivamente vi basterà riporre lo scorfano all’interno di una teglia precedentemente imburrata condito solo con un limone tagliato a spicchi, della salvia, del rosmarino, sale e pepe. Le patate a cubetti vanno cotte in un’altra teglia, semplicemente salate e condite con olio. In pochissimi minuti avrete preparato un succulento scorfano al forno da gustare in compagnia.
Ovviamente lo scorfano può anche essere utilizzato per la preparazione di una deliziosa zuppa di pesce che soprattutto durante le fredde serate invernali si rivela sempre un pasto azzeccato. La zuppa di pesce può essere preparata non solo con lo scorfano, ma con svariati tipi di pesce. Per prepararla vi basterà preparare un soffritto tradizionale a base di aglio, cipolla, sedano e olio d’oliva; dopo qualche minuto potrete aggiungere delle verdure tagliate a cubetti oppure direttamente i pesci che cuocerete all’interno del soffritto. Successivamente bisognerà aggiungere del brodo di pesce per poter portare la zuppa di pesce a ebollizione. Pochi minuti di cottura ed il piatto è pronto per essere gustato.
Il brodo avanzato dalla zuppa di pesce lo potrete inoltre utilizzare per condire la pasta nei giorni successivi, visto che può essere conservato in frigorifero per due-tre giorni.

Come avete dunque potuto vedere, lo scorfano alla fine si presta ad essere preparato in svariati modi: un pesce povero, economico, ma estremamente salutare.

Tags: ,
  • Preparazione :
  • Cottura :
  • Pronta in :