Come cucinare razza

Come cucinare razza

Come cucinare razza pesce

Pesce tra i più comuni nei nostri mari, la razza si fa apprezzare soprattutto per il suo gusto, decisamente delicato, ma anche per i nutrienti che è in grado di apportare. Senza contare il suo costo decisamente contenuto, che la rende adatta a tutte le tasche.

La razza è un pesce di dimensioni medie, molto diffuso nel mar Mediterraneo, che può essere cucinato in diversi modi. In genere, di questo pesce si consumano più frequentemente alcune parti, come le pinne pettorali (che vengono definite anche ali), che solitamente vengono rese ancora più tenere attraverso un processo di frollatura in freezer.

Razza pesce caratteristiche

La razza è un pesce cartilagineo diffuso in quasi tutto il mondo, pesce di origine antichissima ne esistono oltre seicento specie, tutte appartenenti all’ordine delle Rajiformes. presentano un corpo romboidale, spessore quasi piatto e una coda sottile e lunghissima. Vengono pescate con reti da strascico o da posta.

C’è da dire che questo pesce presenta un apporto calorico abbastanza ridotto (76 calorie ogni 100 grammi), e rappresenta un’ottima fonte di sostanze nutritive molto importanti per il nostro organismo, come ad esempio Omega 3, vitamine e minerali.

Razza ricette

La razza viene cucinata in tutto il mondo risulta essere uno dei pesci più pescati. La prima cosa da valutare sono le dimensioni infatti le razze piccole vengono utilizzate per il fritto, quelle di dimensioni più grandi si utilizzano le ali per cotture al forno o zuppe.

Razza al forno

Uno dei modi più frequenti su come cucinare razza è senz’altro al forno: tra le ricette più sfiziose che possono essere preparate, ci sono senz’altro la razza con patate ed erbe aromatiche, ma anche la razza in salsa piccante, gratinata o al burro nero. Se cucinate al forno, inoltre, le ali di razza possono essere accompagnante anche da un contorno di funghi e patate.

Per 4 persone servono una razza da 2 kg, 1 spicchio d’aglio, 1 kg di patate, olio evo, pepe nero e sale fino q.b., origano secco e pangrattato.
Per la razza al forno con le patate come prima cosa dovrete pulire il pesce, di solito questa operazione fatela fare al pescivendolo, così a casa dovrete solo risciacquarlo. Prendete le patate pelatele e lavatele, preparate un condimento con aglio, olio, sale e pepe nero. Ungete la teglia fate il primo giro di patate tagliate molto fine e condite il tutto, appoggiate la vostra razza e fate un altro giro di patate sempre tagliate fine e versate il resto del condimento, in questa fase potete aggiungere anche dell’origano sbriciolato e una leggera spolverata di pangrattato. Infilate in forno preriscaldato a 170° per almeno mezz’ora. Controllate la consistenza, il colore ed eventuale liquido residuo nella teglia e decidete se sfornare o continuare la cottura con forno ventilato per altri 5 minuti.

Razza fritta

Un’altro modo di cucinare questo pesce è friggerlo in padella: in questo caso, prima di essere fritte, le ali dovranno essere infarinate e, una volta cotte, possono essere servite con una spruzzata di limone e del sale e pepe. Anche i filetti di razza possono essere fritti in padella, magari dopo essere stati immersi in una pastella preparata con acqua e farina.

Per la razza fritta come prima cosa fatevi pulire la razza dal pescivendolo cosi a casa dovrete solo risciacquarla, una volta lavata scolatela ed asciugatela bene. Passate la razza nella farina e scuotetela per eliminare la farina in eccesso. In una padella friggete in abbondante olio caldo fino alla doratura di entrambi i lati. Una volta cotta appoggiate in un vassoio ed asciugate l’olio dalla razza con carta da cucina. Prima di servirlo salate e pepate e una spruzzata di limone.

Razza al cartoccio

La razza si presta bene anche ad una preparazione al cartoccio e, in questo caso, essa può essere servita semplice o, secondo una variante più gustosa, accompagnata da aneto e salsa di agrumi.

Ingredienti per 4 persone sono 800 gr di razza, 10 pomodorini cigliegino, 4 spicchi d’aglio, mezzo bicchiere di vino bianco secco, olio evo, sale e pepe
Per la razza al cartoccio, fatevi sempre pulire la vostra razza dal pescivendolo, una volta risciacquata di una razza di 800 gr fate pezzi, prendete 4 fogli di carta forno e su ogni foglio disponete dei pezzi di razza, i vostri pomodorini lavati e spezzettati precedentemente, uno spicco d’aglio e prezzemolo tritato, un filo di olio, un pochino di vino ed infine salate e pepate il tutto. Una volta chiusi i cartocci disponeteli nella teglia da forno. nel forno preriscaldato a 200° cuocete la razza al cartoccio per 20 minuti. Una volta cucinato servite la vostra razza direttamente nei cartocci stessi.

Zuppa di razza

Uno degli impieghi culinari maggiormente adatto a questo pesce, però, è senz’altro la zuppa, preparazione in cui la razza viene cucinata con carote, patate e cipolla, ma con le sue carni può essere anche preparato un brodo molto saporito, che potrà andare ad accompagnare una minestra di broccoli.

Per la zuppa di razza lavate e affettate le verdure, pulite e lavate la razza, adagiatela in una casseruola con carote, sedano, cipolla. Fate bollire per quaranta minuti circa. togliete la razza dalla casseruola e con molta pazienza eliminate dalla polpa le cartilagini. Prendete un’altra casseruola capiente e cuocete all’interno i pomodori pelati, l’aglio e versate un bicchiere di vino bianco secco. Con i scarti della razza preparate un brodo di pesce che una volta filtrato lo aggiungerete ai pelati. Cuocete il tutto per altri 15 minuti, aggiustate di sale e servitelo con la razza cotta. Potete aggiungere al vostro piatto del pane tostato.

Razza lessa

Infine, per chi vuole stare attento alla linea, vi sono diverse proposte per dare vita a delle pietanze più leggere: infatti, se lessata, la razza può essere impiegata per un’insalata, magari arricchita dalla presenza di mandorle e noci, oppure può essere insaporita con dell’aceto balsamico e accompagnata da patate lesse.

Per la razza lessa una volta lavata bene adagiatela su un tegame con abbondante acqua, aggiungete del sale e fate cuocere su fiamma viva per almeno venticinque minuti. Una volta cotta toglietela dal fuoco e adagiatela in un piatto e con molta calma togliete la polpa dalla cartilagine e dalla pelle. Una volta estratta la polpa lasciatela raffreddare per almeno un ora, per condirla olio evo sale e pepe.

Razza in padella

Da provare anche la razza in padella con pomodoro e capperi, oppure la razza con i peperoni o con la senape.

Per la razza in padella, pulite e lavate bene il pesce, in una padella fate rosolare l’aglio con un filo di olio evo, appoggiate la vostra razza e ogni tanto giratela fino a far rosolare entrambi i lati, sfumate con un bicchiere di vino bianco secco, regolate il pesce di sale e terminate la cottura con il coperchio. Prima di impiattare eliminate la cartilagine tenendo solo la polpa e spruzzate un goccio di limone.