Come cucinare il pesce persico

come cucinare persico

Il pesce Persico è un pesce d’acqua dolce, di facile reperibilità e molto economico. E’ un pesce che appartiene alla famiglia dei Percidi e viene chiamato anche Persico Reale o Perca Fluviatilis. Di solito si trova quasi sempre in tutte le pescherie e i supermercati sotto forma di filetto privo di spine. Il suo sapore è dolce ed è adatto ad una cucina per bambini, proprio grazie alla mancanza di lische che possono essere pericolose per i più piccoli. È originario dell’Asia, ma è oggi presente anche in alcune zone fluviali d’Italia. I piatti a base di questa pietanza sono molto diffusi nel nord Italia, in determinate regioni come la Lombardia grazie alla sua presenza nei grandi laghi, come, il Lago di Garda, il lago Maggiore, il lago di Como e così via, ma anche in altre parti d’Italia come nel Lazio.
La sua carne è tenera e gustosa, ma vediamo insieme come si cucina.

Una volta acquistato in pescheria va portato a casa e inserito immediatamente in frigorifero, soprattutto se non cucinato subito. Non va congelato a meno che non sia fresco, e considerato che il più delle volte è scongelato ve lo sconsiglio vivamente. In genere si procede in questo modo per prepararlo.
Si lavano accuratamente i filetti sotto l’acqua corrente e si mettono ad asciugare completamente su di una scodella. Si tamponano dolcemente con un foglio di carta, oppure con uno strofinaccio asciutto.
Il pesce Persico è più buono se marinato, perchè perde un pò quel sapore di acqua dolce e acquista il sapore degli aromi; quindi vi consiglio di disporlo sempre in una pirofila a marinare. Per un’ottima marinatura aggiungete l’olio, l’aglio tagliato a pezzetti piccoli, il sale, il pepe, la noce moscata, il trito di prezzemolo e coriandolo. Schiacciate il tutto con una forchetta e mettete a riposare in frigorifero per 10 minuti. Coprite con una pellicola per non emanare odori sgradevoli in frigo.
Solo dopo questa fase potete iniziare a cucinarlo seguendo la seconda fase.
Prendete poi una padella alta, oppure una pentola capiente e mettete a cuocere del pomodoro per circa 10 minuti; poi, quando sarà non troppo cotto, versate all’interno il pesce marinato e continuate la cottura per altri 10 minuti. Non girate i filetti continuamente, sono molto delicati e rischierebbero di rompersi. Assaggiate la vostra pietanza per valutarne la cottura.
Di solito il pesce Persico va sempre cucinato con contorni di verdura, e i piselli sono un ottimo contorno, ma anche le carote a rondelle. Per cucinali basta tagliare la cipolla sottilmente e farla soffriggere in poco olio. Appena sentirete lo sfrigolio potete inserire i piselli e farli cuocere per una mezz’oretta. Quando cambieranno colore saranno pronti. Potete servire i filetti di Persico in un piatto da pesce e servirli a tavola con dei crostini croccanti e i pisellini come contorno.
I vostri bimbi adoreranno il piatto.
Questa è solo un’idea, ma in realtà potrete cucinarlo in tantissimi altri modi. Tra le ricette più famose realizzate con il pesce Persico troviamo, il famoso risotto al Persico tanto amato sulle rive del lago di Como; il Persico in salsa di aglio e prezzemolo, cucinato sul lago di Garda; il famoso “Brustico” in Abbruzzo e Toscana, una vera delizia di filetto di Persico, arrostito alla brace su canna lacustre e servito condito a crudo con aceto.
In qualsiasi modo venga cucinato è sempre molto apprezzato in cucina ed è anche molto nutriente e salutare, consigliato dai nutrizionisti nelle migliori diete ipocaloriche.