Come cucinare cannolicchi o cappelunghe

Come cucinare cannolicchi o cappelunghe

Come cucinare cannolicchi o cappelunghe

I cannolicchi sono dei molluschi marini dalla dimensione tubolare lunghi dagli 8 ai 10 cm di media. La raccolta avviene principalmente sulle coste del mar Adriatico e Tirreno dove vive conficcato in posizione verticale nei sabbiosi fondali marini. La conchiglia che ricopre il cannolicchio, aperta alle due estremità da cui fuoriescono parti del mollusco all’interno, è di un colore giallastro/ocra con striature più scure simili al violetto. Il cannolicchio, nel suo habitat naturale, aspira l’acqua marina e ne estrae tutte le sostanze nutritive ed è proprio per questo motivo che il mollusco è considerato una grandissima fonte di sali minerali (come il ferro e il fosforo, ma non solo) importanti per il corpo umano.

I cannolicchi sono un mollusco dal gusto delicato e non richiedono di essere preparati con ricette troppo ricche e sofisticate e questo li rende di facile preparazione anche per i meno esperti. Però bisogna porre particolare attenzione ad alcuni elementi che determineranno la riuscita delle vostre ricette. Innanzitutto bisogna porre una particolare attenzione alla freschezza del prodotto. Se vi recate al mercato del pesce potrete verificarla in prima persona: esso viene infatti commercializzato ancora vivo. Vi basterà toccargli il ‘piedino’ che sporge da una delle due estremità del ‘tubo’: se esso si ritrarrà al contatto potrete andare sul sicuro comprando il mollusco perché sarà sicuramente freschissimo.
Il secondo elemento importante che determinerà il gusto dei vostri piatti sarà la pulitura del pesce. Vivendo nella sabbia dovrete porre particolare attenzione alla pulitura procedendo spurgando nell’acqua e sale il mollusco per poi pulirlo con le vostre mani sotto l’acqua corrente: eviterete di ritrovarvi, durante il pranzo, con la sabbia sotto i denti.
Questi sono i due consigli principali che precedono e determineranno la ottima riuscita dei vostri piatti.

I modi più tradizionali e semplici su come cucinare cannolicchi o cappelunghe sono di certo i primi piatti: Fettuccine con cannolicchi e verdure, oppure spaghetti ai cannolicchi e vongole, o ancora tagliatelle ai cannolicchi e pecorino. Sono ideali cucinati con tutti i tipi di pasta, si accompagnano bene con verdure e formaggi e ottimamente con tutti gli altri molluschi: potrete creare un’ottima spaghettata ai frutti di mare con cannolicchi e molluschi misti a volontà.
Ma non sono solo ottimi come primi piatti: vi stupiranno anche come seconda portata. Potrete sbizzarrirvi e stupire i vostri amici cucinando dei facilissimi cannolicchi granati al forno accompagnandoli magari con un buon vino come un secco spumante (davvero adatto all’accostamento di frutti di mare gratinati): lascerete tutti senza parole!
Se invece amate i gusti più decisi e grezzi vi consiglio di provare i cannolicchi aglio e prezzemolo serviti ben caldi: saranno così morbidi e teneri che vi si scioglieranno in bocca.
Se siete di fretta ma non volete rinunciare alla raffinatezza e desiderate preparare una ricetta a base del mollusco vi consiglio di cucinare dei facilissimi cannolicchi saltati e accompagnarli con una fresca insalata o degli spinaci croccanti.
Infine se siete alla ricerca di una ricetta che possa essere apprezzata anche dai vostri bambini vi consiglio di preparare degli spiedini di mare: deliziosi molluschi e frutti di mare in bastoncino, ricoperti di una leggera, croccante e gustosa panatura. Potete servirli con un bel piatto di saporite patatine fritte: i più piccini ne saranno felici.

Un piatto semplice, gustoso per tutti i palati e accessibile per tutte le tasche, con poche semplici conoscenze e attenzioni avrete un prodotto fresco e delizioso. Grazie alle tante ricette semplici e veloci su come cucinare cannolicchi o cappelunghe sarà un piacere non solo per chi li gusterà ma anche per voi.